3899286884 | SPEDIZIONI IN TUTTA ITALIA A €6,30, GRATUITE SOPRA I €70 DI SPESA info@lunaestellegiochi.it
Disturbo Cognitivo e dell’Attenzione

DISTURBO COGNITIVO E DELL'ATTENZIONE

Il deficit dell’attenzione è un problema neurologico che interessa il bambino fin dai primi mesi di vita, che si protrae nell’infanzia, nell’adolescenza e nell’età adulta. Può presentarsi in associazione all’iperattività e in questo caso si parla di deficit dell’attenzione con iperattività. Le caratteristiche principali sono rappresentate da difficoltà di attenzione, impulsività e iperattività, questi tre elementi possono essere presenti in proporzione variabile. I bambini interessati da questo problema fanno molta fatica a mantenere l’attenzione e a concentrarsi. Essi hanno la tendenza ad agire senza pensare a quello che stanno facendo, hanno delle difficoltà a modificare il loro comportamento sulla base dei loro errori e non riescono a stare tranquillamente seduti per lunghi periodi di tempo. Per avere rilevanza clinica, la comparsa di alcune di queste manifestazioni deve aver luogo prima dei sette anni ed essere presente da almeno sei mesi. In altri termini, un bambino non sviluppa un problema di deficit dell’attenzione da un giorno all’altro, la presenza dei sintomi deve, infatti, protrarsi per un periodo relativamente lungo.

Malgrado nella terminologia clinica venga usato il termine “disturbo”, va precisato che buona parte di questi bambini, se aiutata tempestivamente con interventi educativi, riesce ad avere una vita scolastica e sociale adeguata.

CARATTERISTICHE

Il bambino è spesso in movimento con le mani o con i piedi, continuamente agitato. Ha difficoltà a rimanere seduto quando gli viene richiesto di farlo. Si fa facilmente distrarre da altri stimoli, ha difficoltà ad attendere il proprio turno nei giochi o nelle attività in gruppo e a seguire le istruzioni che gli vengono date. Non riesce a mantenere l’attenzione nelle attività scolastiche e di gioco, passa da un’attività ad un’altra senza concluderne una. Fa fatica a giocare in modo tranquillo e spesso parla eccessivamente rispetto ai coetanei Interrompe o si intromette in modo inadeguato.

TRATTAMENTI

Non esistono soluzioni magiche per questo problema, ma la sua gestione è possibile. Le ricerche compiute in questo ambito dimostrano che la forma di intervento più efficace può essere rappresentata da una terapia cognitivo-comportamentale a patto che tutti i membri che ruotano attorno al bambino (genitori, educatori, scuola e terapisti) facciano un lavoro di rete e coerente nei suoi confronti.

Scroll Up
WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien